Mappe

Previous Next

Le mappe tattili

Il modo più semplice per rappresentare lo spazio, e le principali informazioni in esso contenute, è di proiettarlo su di un piano.
Happy Vision realizza una mappa a rilievo tattile (Brevetto Europeo n° 1283512) di facile comprensione da parte di chiunque.
La mappa tattile è una rappresentazione in scala, semplificata e veritiera di un’area, utile a orientare tutti. La mappa, per un corretto utilizzo, deve essere posizionata all'ingresso dell'ambiente che vuole rappresentare e ne riporta in rilievo la planimetria.
Su di essa sono indicati i principali punti di riferimento utili all'utenza (per esempio il banco informazioni, i vari servizi di sportello, la zona di attesa, scale e ascensori, la toilet, le uscite di sicurezza, ecc.) e il percorso tattile modulare a pavimento che normalmente si accompagna alla mappa e che consente di accompagnare il disabile visivo sino a raggiungere il servizio prescelto.

Una mappa può essere realizzata in vari materiali, purché questi consentano una lavorazione sufficientemente di dettaglio, in modo che l’informazione a rilievo sia perfettamente leggibile ai ciechi che esplorano la mappa con le mani. Happy Vision utilizza preferibilmente l’alluminio, ma eccellenti risultati possono essere raggiunti anche utilizzando materiali acrilici.
Il forte contrasto cromatico dei colori assicura inoltre la massima facilità di lettura visiva agli ipovedenti, che per la lettura impiegano il residuo visivo.

La mappa può essere di mobilità o informativa.
E’ di mobilità quando la scala è ravvicinata e riporta informazioni di dettaglio, compreso i percorsi tattili guida a terra, e quindi viene utilizzata dal disabile visivo per muoversi in autonomia e in sicurezza. E’ il caso delle mappe dislocate in una stazione ferroviaria o di metropolitana, all’aeroporto o alla fermata del bus, in un ospedale o in una scuola, all’ingresso di un parco o di un museo.
Un particolarissimo tipo di mappa di mobilità è rappresentato dalla mappa di arrampicata: anche in questo caso la mappa serve per muoversi in autonomia e in sicurezza, ma in un contesto molto speciale, quale una parete di arrampicata e invece dei percorsi tattili sono rappresentate a rilievo le vie di arrampicata.
La mappa di una toilette pubblica è tra le più necessarie, perché informa il disabile visivo circa la dislocazione dei sanitari, così da consentirne un uso facile e sicuro.
E’ informativa quando la rappresentazione riguarda ampi spazi, con informazioni generali, utili a fornire un quadro d’insieme per finalità conoscitive: è il caso delle mappe informative a Genova al Museo del Mare o alla spianata Castelletto, dove è rappresentato il golfo con la dislocazione dei principali monumenti della città.

Le mappe vanno ospitate su leggio, che è un supporto inclinato, in modo da favorire la lettura tiflologica, cioè la lettura che il cieco effettua con le mani. Deve inoltre essere posto ad un’altezza idonea sia per la lettura con le mani del non vedente, sia per la lettura con il volto ravvicinato dell’ipovedente.
Il leggio può essere a pavimento o a parete, in funzione della dimensione della mappa e delle condizioni dell’ambiente.
Poiché la mappa a rilievo è un ausilio per i disabili visivi, il leggio che la ospita non deve rappresentare un pericolo: deve quindi essere realizzato senza spigoli vivi e deve essere collocato in una posizione tale da non costituire un intralcio e quindi diventare a sua volta barriera architettonica.
Anche il leggio va realizzato in un materiale adeguato: Happy Vision predilige l’acciaio inox, elegante in ogni contesto, resistente alle intemperie e durevole nel tempo.


Happy Vision